Passa ai contenuti principali

Esce da negozio sorella, ucciso a Napoli

Un uomo di 30 anni, Antonio Simonetti, è stato ucciso nella serata di ieri in un agguato mentre usciva dal negozio della sorella, in via Camillo De Meis, nel quartiere di Ponticelli, a Napoli. L'uomo, con precedenti di polizia, è stato accompagnato dai familiari all'ospedale Villa Betania, dove è arrivato cadavere. In due, a bordo di uno scooter, gli si sono avvicinati e hanno esploso contro cinque-sei colpi di pistola al torace ed alla testa

ANSA.it

Post popolari in questo blog

Faida di CAMORRA a MARCIANISE, 10 arresti. Ecco come Bruno Buttone uccise Ferdinando Latino: “Gli sparai due colpi di kalashnikov in faccia, poi lo finimmo con diverse raffiche di mitra”

MARCIANISE - Sono state le rivelazioni del pentito Bruno Buttone, ex reggente del clan Belforte e da qualche anno collaboratore di giustizia, a permettere agli uomini della Squadra Mobile di Caserta di venire a capo delle indagini sull’omicidio di Ferdinando Latino, avvenuto il giorno di San Valentino del 2001 a Marcianise. Il pentito ha svelato ai magistrati della Dda i particolari di quell’agguato lo scorso 7 febbraio del 2013, in un lungo e dettagliato racconto di cui, di seguito, riportiamo qualche stralcio. Dello stesso omicidio Buttone si accusò già nel 2007, tirando in ballo il solo Michele Froncillo, che era già pentito, omettendo i nomi degli altri 10 coinvolti che sono venuti fuori in un secondo momento e che oggi, come scritto stamattina, sono stati arrestati.
“Io, Froncillo e Di Domenico con l’autovettura di Froncillo giungemmo nella zona del campo sportivo di Marcianise, in via Orvieto, dove trovammo Raucci con la Saxo che gli avevo io detto di prendere e Giuseppe Sparaco …

Trump divulgherà i file segreti dell'omicidio di Kennedy

Pur essendo soggetto a ricevere ulteriori informazioni, consentirò, come presidente, la divulgazione dei documenti su Jfk a lungo bloccati e classificati”: lo annuncia su Twitter Donald Trump, vuole rendere pubblici le migliaia di pagine segrete sulla morte di JFK, che resta sicuramente tra i misteri più grandi del 20° secolo in America e nel mondo. Scadono il 26 ottobre i 25 anni di segretezza fissati dal Congresso con una legge del 1992 firmata dall’allora presidente George H.W.Bush per mettere a tacere le teorie cospirative sull’uccisione di Kennedy, alimentate anche da libri o film come quello di Oliver Stone. Trump aveva però il potere di bloccare completamente o parzialmente la divulgazione dei documenti legati all’omicidio di Jfk nel 1963, custoditi agli Archivi nazionali. Documenti creati in gran parte negli anni Sessanta e Settanta. Ma alcuni risalgono agli anni Novanta e sono stati redatti prevalentemente dalla Cia. Sulla divulgazione di quest’ultimi c’era una certa preoc…